RESTIAMO UMANI BASTA IPOCRISIE. CORRIDOIO UMANITARIO, ACCOGLIENZA DEGNA, DIRITTI PER TUTTE E TUTTI. ORA!

Nella notte tra sabato e domenica si è consumata l’ennesima strage: centinaia di persone sono affogate nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere le coste europee. Persone che fuggivano da guerre e povertà, nella speranza di potersi costruire una vita migliore. Non si può rimanere indifferenti. In quel mare sono affogati fratelli e sorelle: quei morti sono i nostri morti e vogliamo affermarlo pubblicamente. Né si può rimanere indifferenti davanti a una società che scivola verso la barbarie. Non si può rimanere in silenzio, mentre alcuni gioiscono per una simile tragedia e lo affermano senza alcuna vergogna. Continua a leggere

Annunci

“Collective Kitchen” II appuntamento a OZ

Pranzo Meticcio a OZ Officine Zero a cura di Resistenze Meticce

10298833_334877720035218_8194043712432388695_n 10644710_824319807617953_2734841002264123884_o

Continua a leggere

Mafia Capitale: lo scandalo sulla pelle dei migranti (Resistenze Meticce)

10d21062-2889-4edb-88af-e655a90026d9

Scriviamo oggi, nuovamente, perché coinvolti da vicende particolari, specchio di un problema di gestione irrisolto e di interessi ancora molto forti che impediscono il funzionamento dei Centri d’accoglienza a partire da criteri di regolarità, rispetto della persona e dei diritti fondamentali. Oggi, davanti alla Prefettura di Roma un centinaio di ragazzi ospiti dei Centri di Rebibbia e di Castrense si sono ritrovati per chiedere perché e dove verranno trasferiti da un giorno all’altro.

Continua a leggere

“Collective Kitchen” by Resistenze Meticce

luncheretrOKo lunchemefronteOK

“Le armi improprie della guerra in Libia” di Resistenze Meticce

Le parole di Renzi sono state chiare, non esiste nessun problema di soccorso ai barconi nel Mediterraneo, l’unica questione da risolvere è il ripristino del controllo europeo e italiano sulla Libia. Dunque, chi chiede il ritorno dell’operazione Mare Nostrum è soltanto un povero illuso. Del resto, il Ministero dell’Interno ha cinicamente stanato i sostenitori del ritorno dell’operazione militare-umanitario, il dispaccio del Viminale ha reso pubblico il macabro conteggio delle morti nel canale di Sicilia durante Mare Nostrum, circa tremila. Un modo brusco per affermare come l’obiettivo del governo sia di tappare la falla umana della Libia, detto in altri termini: armiamoci e partiamo.

Continua a leggere

#IusMigrandi vs #MosMaiorum

Dal 13 al 26 ottobre tutti i Paesi europei, guidati dall’Italia, daranno vita alla maxi operazione Mos Maiorum

Scarica il volantino, tradotto in diverse lingue, da distribuire ai migranti e diffondere sui social network

ricordiamo che dal 14 ottobre riapre lo sportello di assistenza legale gratuita presso ESC_Atelier autogestito

ogni martedì dalle 18 alle 20 (Via dei Volsci 159, San Lorenzo, Roma)

Cara di CastelNuovo, puniti migranti che si sono ribellati

immagine CARAEspulsi dal circuito dell’accoglienza i migranti che si erano ribellati nel Cara di CastelNuovo di Porto alle porte di Roma. La denuncia e il sostegno ai migranti di movimenti e associazioni:

Nel maggio e giugno 2014 i migranti del Centro d’accoglienza per richiedenti asilo (CARA) di Castelnuovo di Porto hannoorganizzato diverse proteste dentro e fuori il centro per denunciare la mancanza di servizi, quali la tutela sanitaria, legale, sociale ed un modesto pocket money di 2,50 euro al giorno, dovuta ad una cattiva gestione della struttura da parte della Cooperativa Auxilium (cooperativa che fino a pochi mesi prima gestiva il Cie di Ponte Galeria). La risposta da parte dell’ente gestore e delle istituzioni è stata il dispiegamento di poliziotti in assetto antisommossa che in diverse occasioni sono entrati nelle stanze da letto del centro di accoglienza usando violenza indiscriminata contro i migranti inermi e manganellando e arrestando donne e uomini che avevano bloccato la strada antistante il CARA, in seguito alla non volontà della Cooperativa di dare seguito agli accordi precedentemente presi.

Continua a leggere

#MaiPiuCie “NESSUNO CI PUO’ GIUDICARE”

MAIPIUCIE Venerdì 20 giugno, nella giornata mondiale del rifugiato, gli attivisti di RM_ResistenzeMeticce hanno occupato la sede del Giudice di Pace di Roma per denunciare l’illegalità e l’incostituzionalità del ruolo dei giudici di pace nella detenzione amministrativa dei migranti nei CIE.

La lettera consegnata questa mattina: “Basta essere complici”.

Continua a leggere